Nuove regole per il versamento della ritenuta d’acconto del 4% nei condomini


Anno nuovo, regole nuove!

Dal 2017 cambiano le regole relative al versamento delle ritenute d’acconto operate dal condominio sui corrispettivi pagati a terzi.

Nell’articolo vedremo quali sono le nuove regole per il versamento della ritenuta d’acconto del 4% nei condomini, a cui dovranno prestare attenzione gli amministratori per non incorrere in sanzioni fiscali.

Come abbiamo già visto in questo articolo, il condominio assolve alla funzione di sostituto di imposta già dal 1998 e come tale è tenuto ad effettuare le ritenute di acconto ogniqualvolta corrisponda compensi a soggetti che eseguono prestazioni verso il condominio stesso. La misura della ritenuta cambia a seconda del soggetto da cui proviene la prestazione:

4% – ritenuta operata dal condominio sui corrispettivi pagati per prestazioni relative a contratti di appalto, d’opera o di servizi eseguiti nell’esercizio di impresa (ditta pulizie, manutenzione ascensore, ditta di giardinaggio, disinfestazioni, riparazioni effettuate dall’idraulico, dall’elettricista, dal fabbro, ecc.)

20% – ritenuta operata dal condominio sui corrispettivi pagati a lavoratori autonomi (avvocato, amministratore del condominio stesso, ecc.)

Secondo la regola ordinaria il versamento di ogni ritenuta operata (sia del 4% che del 20%) dal condominio va effettuato entro il giorno 16 del mese successivo a quello di pagamento del corrispettivo. Dal 1° gennaio 2017 invece cambiano le regole relative al versamento della ritenuta del 4%; nessun cambiamento invece per quanto riguarda quella del 20%.

La novità consiste nel fatto che la ritenuta del 4% deve essere versata entro il 16 del mese successivo al pagamento del corrispettivo solo se l’importo della ritenuta è maggiore di 500 euro. Le ritenute di importo non superiore a tale soglia potranno invece essere versate dal condominio entro il 30 giugno ed entro il 20 dicembre di ogni anno.

Modello F24

Mod. F24

Per calcolare la soglia si devono sommare mese dopo mese le ritenute e pagarle nel primo mese successivo a quello in cui la soglia viene superata. Ad esempio, se a febbraio sono state effettuate ritenute per 400 euro e a marzo altre ritenute per 400 euro, il totale di 800 euro supera la soglia e fa scattare il versamento entro il 16 aprile.

Le ritenute operate andranno comunque versate dal condominio sempre col Modello F24, da compilare con i consueti codici tributo. Chiaramente sono attività di cui si occupa l’amministratore del condominio, dove ne è stato nominato uno, altrimenti dovrà farsi carico un condòmino.

OBBLIGO DI TRACCIABILITA’:

A partire dal 01/01/2017 il pagamento dei corrispettivi dovrà avvenire esclusivamente tramite conto corrente intestato al condominio o comunque con mezzi tracciabili, ossia con modalità idonee a consentire i controlli dell’amministrazione finanziaria. L’inosservanza di tale obbligo comporterà l’applicazione di una sanzione amministrativa da euro 250 a euro 2000.