Come difendersi dalle zanzare


Col caldo tornano le zanzare: passerai un’altra estate sotto assedio?animal-931570_640

In questo articolo vediamo cosa può fare ognuno di noi per difendersi dal proliferare delle zanzare nelle nostre città. Si tratta di accorgimenti poco impegnativi da mettere in pratica, che possono limitare la presenza di questi fastidiosi insetti.

Dalle uova che le zanzare femmina depongono, dopo aver fatto il pasto di sangue, si sviluppano le larve, le pupe e poi un nuovo insetto adulto. Il momento critico ed obbligatorio è la presenza di acqua stagnante. Questo è il punto da controllare, prevenire ed eventualmente trattare.

 

10 REGOLE PER COMBATTERE LE ZANZARE:

  1. metti al riparo dalla pioggia tutto ciò che può raccogliere acqua;
  2. ricordati di trattare i tombini con pastiglie di insetticida ad uso domestico nel periodo tra aprile e settembre;
  3. nei luoghi molto infestati con ristagno di acqua (pozzetti dei pluviali, griglie del garage, tombini, ecc.) mettere presidiantilarvali (IGR) ogni 3 settimane;
  4. introduci pesci in vasche e fontane; eventuali serbatoi di acqua negli orti devono essere sigillati con rete a maglia fitta;
  5. chiudi con coperchi o copri con teli di plastica i bidoni ed i recipienti esposti alla pioggia che non possono essere spostati;
  6. elimina i sottovasi; se proprio vuoi tenerli, ricordati di svuotarli settimanalmente o trattali con granulati antilarvali;
  7. controlla periodicamente ed accuratamente tutto il giardino alla ricerca di nuove raccolte di acqua;
  8. negli ambienti chiusi di casa usa le zanzariere anziché zampironi e fornelletti;
  9. usa i repellenti cutanei per difenderti dalle zanzare, ma senza abusarne;
  10. quando soggiorni all’aperto proteggiti con repellenti ambientali come zampironi, lanterne e spray (leggi attentamente le istruzioni riportate sulle confezioni).

mosquito-repellent-492856_640

 

Il primo basilare accorgimento è quindi quello di evitare la formazione di acqua stagnante (secchi, giocattoli, arredi, ecc.). Il secondo è quello di dotare il proprio appartamento di zanzariere: sono il rimedio più antico, ma ancora il più efficace e definitivo per garantire sonni tranquilli e sicuri.

Alcune specie di zanzara presenti nel nostro territorio possono trasmettere malattie infettive, in particolare la zanzara tigre e la zanzara comune.

La zanzara tigre punge prevalentemente nelle ore diurne e si rifugia tra la vegetazione (siepi e cespugli) mentre la zanzara comune è attiva soprattutto dal tramonto all’alba.

Ricordatevi che la zanzara tigre ha un raggio di volo di 30-50 metri, quindi nasce e molesta nel nostro ambito di residenza, nel quale cercare i ristagni di acqua.

 

E se siamo stati punti?

Sulla cute lesionata dalla puntura di zanzdengue-fever-1151682_640ara applicare un cubetto di ghiaccio e spalmare un antistaminico se il prurito è intenso.

Proteggere la cute scoperta con pomate o unguenti insettorepellenti, seguendo i consigli del farmacista di fiducia.